A LUCCA LA PRIMA DEL LOVARI 2018 E’ DELL’OLIMPIA MILANO

8

Ph. Ciamillo – Castoria

La Fiat Torino cede nella prima gara del Trofeo Lovari all’Olimpia Milano, che si impone 96-77 allungando nel finale. Per lunghi tratti la squadra di coach Larry Brown ha tenuto testa ai rivali, pur priva di alcuni suoi elementi portanti. E’ anche passata in vantaggio nella fasi finali del primo quarto con l’ennesima tripla di Carlos Delfino. Bassa la percentuale di realizzazione dei liberi (15 su 29) che ha influito sullo score. Buona prova dei “piccoli” a rimbalzo (40 in totale contro i 30 di Milano).

CRONACA
Primo confronto stagionale di preseason per la Fiat Torino contro un’altra formazione italiana, nella giornata d’apertura della 4.a ri-edizione del Trofeo Lovari di Lucca, prestigioso quadrangolare inserito nel ricco palinsesto, sportivo e non, del settembre lucchese.
La squadra gialloblù, guidata in panchina dal leggendario Larry Brown, parte dai blocchi in versione largamente rimaneggiata, scontando diverse assenze nel roster titolare. Anche l’Olimpia Milano, campione d’Italia uscente, si presenta in terra toscana priva di alcuni suoi elementi portanti.
In campo, a comporre il quintetto d’avvio della Fiat Torino, Anumba, Poeta, Cotton, Demetrio e Stojanovic. I primi due punti sono milanesi, con James. Pareggio con tap in di Anumba. Tripla di Bertans per l’Olimpia e due punti di Demetrio dalla parte opposta. Tripla di James e due punti di Cotton. James colpisce ancora per il 10-6 Milano. Cotton in lunetta per il 2 su 2 del -2 Torino (10-8). Tripla ancora di Bertans ed errore della Fiat Torino. Fallo su Fontecchio e 1 libero realizzato su 2 (14-8). Carr in campo per i gialloblù e parziale fermo sul 14-8 Milano. Due errori dalla lunetta di Demetrio. Due punti di Bertans e 16-8 dopo i primi 5 minuti. Quattro punti della Fiat Torino (16-12 Olimpia), ma subito tripla e fallo per Bertans che rimedia con quattro punti dalla parte opposta (20-12). Carr da sotto, Torino a -6 (20-14). Colpisce anche Demetrio (20-16). Due punti di Milano e due di Torino. I gialloblù stringono i denti e si riportano a -1 a 2’15” dalla conclusione con una tripla di Delfino (22-21 Milano). Risponde ancora James, per il 24-21. Con un libero di Carr la squadra di coach Larry Brown risale a -2 (24-22). La tripla di Delfino, seconda consecutiva, regala alla Fiat Torino il primo vantaggio del match (24-25). Milano realizza ancora da tre e Torino pareggia sul 27-27. Gioco da tre punti, con canestro e fallo di Della Valle, per il 30-27 Milano. Finisce così la prima sezione. Sprazzi di classe da una parte e dall’altra e buona propensione della Fiat Torino a gettare il cuore oltre l’ostacolo, nonostante le assenze pesanti.
Il secondo quarto riparte con un nulla di fatto gialloblù e una tripla lombarda, per il 33-27. Poeta in regia e due punti di Carr. Ancora la Fiat Torino va a bersaglio con Delfino, per la terza tripla su tre (33-32). Milano da tre con Amedeo Della Valle. Mini-break Olimpia (10-0), per il 43-32 e pronto time-out chiesto da Larry Brown. Fase confusa del match, Torino sblocca il momento con due punti, del -9, ed abbassa il suo quintetto con Anumba, Carr, Poeta, Stojanovic e Caruso. Poeta va a referto, ma la tripla di Milano riporta in doppia cifra il vantaggio dei campioni d’Italia, sul 47-37 prima del time-out chiesto da coach Brown. Alla ripresa due punti di Carr e due di Cotton dalla lunetta (47-41 Milano). A 2 minuti dalla sosta lunga Milano risale a +7 con una nuova perla di James (50-43). In precedenza primo errore dalla lunga di Delfino. Una tripla di Fontecchio rimette a +10 i campioni d’Italia, a 1 minuto dalla seconda sirena (54-44). Si va all’intervallo con lo stesso score. Bene Tony Carr nel secondo quarto, anche se poco concreto dalla lunetta come diversi suoi compagni. Buone le percentuali a rimbalzo di Torino.
Carr 12 punti, Cotton 10 punti, i migliori realizzatori gialloblù a metà gara. Per Milano in vetta Bertans (12), seguito da Della Valle (11) e James (10).
Il terzo quarto è aperto da Torino con due punti ancora di Carr. Risposta di Milano con James. Poi tripla di Delfino per il 56-49. Fontecchio a bersaglio con canestro e fallo. Nuovo +10 (59-49) quando mancano 8’43” da giocare. Due punti gialloblù con Demetrio (59-51). Cotton prova la penetrazione, che non va. Milano recupera palla, ma non concretizza. Carr a segno in lay up e poi con il supplementare dalla lunetta (59-54): 6’30” alla fine del terzo quarto. Grande stoppata di Cotton, ottimo difensivamente, su Ortner. Caruso in campo per Poeta. La Fiat Torino vanifica alcuni ottimi recuperi palla e Ortner torna a segnare per i suoi (61-54). Cotton in lunetta, con l’1 su 2 del 61-55. Bertans per il +8 Milano, poi Delfino, con lo score sul 63-57 a 3’48” dalla terza sirena. Bomba di Bertans, che sale a 17 punti e Carr in cattedra: 66-59 a 3 minuti dalla conclusione del quarto. Fontecchio colpisce dalla lunga e sul nuovo + 10 per Milano coach Brown chiede time-out. Palla persa dalla Fiat Torino al rientro e Milano sale a +14. Poeta riporta a -12 (73-61) il divario, ma James chiude il quarto con una perla da tre (76-61).
Ultimi 10 minuti di gara. Uno su due dalla lunetta prima per Stojanovic, poi per Carr (76-63). Stojanovic è gravato da 4 falli. Buona la prova a rimbalzo dei gialloblù. Carr mette a referto un altro 1 su 2. Due punti di Tarczewski per il 78-64 a 7 minuti dalla chiusura. Schiacciata di Anumba e Torino a -12. La Fiat Torino lotta in difesa contro la strapotenza fisica dei rivali ma paga un po’ di stanchezza viste le scarse rotazioni. A due minuti dalla sirena finale Milano è a +14 (87-73). Termina 96-77 per Milano e domani la Fiat Torino giocherà alle 18 la finalina per il 3° posto. Note positive di serata, la voglia di lottare del gruppo, ancora alla ricerca dei giusti meccanismi, e le prove di un giovane come Carr (25 punti e miglior scorer del match) e di un esperto come Delfino (14 punti).

AX ARMANI EXCHANGE MILANO – FIAT TORINO 96-77
Torino
Anumba 9, Carr 25, Guaiana ne, Poeta 4, Delfino 14, Cusin ne, Caruso 5, Stojanovic 1, Cotton 11, Demetrio 8; all. Brown
Milano
James 15, Waller 12, Bertans 17, Della Valle 16, La Torre ne, Fontecchio 16, Babilodze 3, Micov 7, Tarczewski 5, Maras, Ortner 5, Brooks ne; all. Pianigiani