A PAVIA SPETTACOLO TRA TORINO E CANTU’

_DIB7922

La seconda edizione del Memorial Aldo Di Bella è andata in scena questa sera al PalaRavizza di Pavia, con palla a due a partire dalle 20.
Di fronte la neopromossa Auxilium Cus Torino, fresca della vittoria del Torneo di Tortona a Voghera, e l’Acqua Vitasnella Cantù, altrettanto in fiducia dopo l’affermazione nel 3° Torneo Città di Jesolo colta sabato scorso al Pala Cornaro.

CRONACA
L’inizio delle ostilità di campo vede il gruppo di coach Bechi schierato con Robinson in regia, Miller, Dawkins, Mancinelli e White. Partenza a razzo della Manital Torino che si porta sul 5-0 prima di subire un parziale di 0-6 con 5 punti di Ross. Il primo quarto termina 10-15 con Cantù sugli scudi e Torino un po’ in affanno ma in ogni caso in piena partita.
I secondi 10 minuti iniziano con Robinson, Fantoni, Mascolo, Ebi e Rosselli nella fila torinesi. Duello intenso tra i lunghi delle due compagini, con protagonisti Berggren e White sotto canestro. Quasi in dirittura cinque punti di Dawkins riportano in partita l’Auxilium Cus Torino, sul 23-28. Il primo tempo si chiude nei numeri con 8 punti di Dawkins, 7 di White, 2 di Fantoni, 4 di Robinson e 4 di Miller, per il complessivo 25-31. In sintesi Torino tiene e Cantù cerca vanamente l’allungo.
Una sezione caratterizzata dall’importanza delle difese. Nei primi minuti quella targata Manital si dimostra reattiva e concreta e concede poco all’attacco canturino. L’inizio del quintetto di coach Luca Bechi è nuovamente, come nel primo quarto, con Dawkins, Mancinelli, Miller, Robinson e White. Negli ultimi minuti Cantù va in fuga, mentre Mancinelli e Fantoni arrivano a 4 falli. Al termine Cantù sale a +10 per il 37-47 prima dell’ultimo quarto.
Orgoglio Manital per un lodevole parziale favorevole di 16-9 dopo 5 minuti e 51. Torinesi ad inseguire con tre punti di svantaggio (53-56) a 4 minuti e 9 secondi dall’ultima sirena. Torinesi ancora alla ricerca del pareggio. Impresa che riesce e diventa grande quando si passa a condurre di 2. Sono due triple di chiusura dei rivali a rimettere le cose a posto in casa Cantu’ per il 62-64 di sigillo al testa a testa.

Le dichiarazioni di Renato Nicolai, direttore sportivo Auxilium Cus Torino:
”Aspettavamo una prova contro una squadra destinata ad essere tra le protagoniste del massimo campionato come Cantù e sottolineo che nonostante la sconfitta la nostra formazione ha saputo battersi fino al termine, dando il meglio nell’ultimo quarto. Un segnale importante sia per atteggiamento mentale che condizione fisica e tecnica. Torniamo da Pavia ancora più convinti dei nostri mezzi e consapevoli del fatto che stiamo lavorando bene. Le prossime settimane saranno di affinamento degli schemi, ulteriore affiatamento tra i singoli e test amichevoli da ben interpretare. L’obiettivo è farsi trovare pronti per la prima in casa, del 5 ottobre, contro Reggio Emilia. In sintesi mi è piaciuta la concentrazione messa in campo negli ultimi 10 minuti e l’aggressività in difesa. Nel terzo quarto abbiamo pagato un po’ di distrazioni ed il gioco a sprazzi. Peccato per il tiro di Ebi da tre a 4 secondi dalla conclusione che avrebbe potuto darci il successo. Buona la prova di White”.

MANITAL TORINO- ACQUA VITASSNELLA CANTU’ 62-64

Auxilium Cus Torino
Dawkins 11, White 18 (e 34 di valutazione), Mancinelli 2, Miller 6, Robinson 17 (e 23 di valutazione), Ebi 4, Giachetti 2, Fantoni 2.

Acqua Vitasnella Cantu’
Awudu Abass 15, Berggren 8, Ross 17, Johnson 5, Wojciechovski 2, Cesana 5, Hall 10, Tessitori 2.